martedì 14 febbraio 2012

La vera Storia di San Valentino

LA VERA STORIA DI SAN VALENTINO

Innanzitutto diciamoci la verità: da una parte è triste dover pensare a questo giorno come un "compleanno" per gli innamorati, su questo siamo d'accordo, ma anche la solita cantilena "Io non ho bisogno di un giorno per festeggiare il mio amore" mi sembra un tantino un controsenso...ma voi al vostro compleanno non festeggiate perchè "non c'è bisogno di un giorno per festeggiare il mio essere nel mondo, io sono felice ogni giorno per esserlo"...NO!!! Lo festeggiate eccome! E vi piace pure!!

Anche perchè, diciamocela tutta...sarà pure una festa commerciale come Capodanno e tante altre ricorrenze (e lì sta il buon gusto di non farsi un regalo "perchè si ama" in questa giornata particolare, questo lo trovo limitativo),

ma penso che per noi ogni scusa sia buona:

 C'E' SEMPRE QUALCOSA DA FESTEGGIARE!


Ma chi era San Valentino?
Era un vescovo di Terni che fu martirizzato dall'imperatore Claudio II perchè univa in matrimonio giovani coppie alle quali l'imperatore aveva negato il consenso.
Pare che prima della sua esecuzione, Valentino, che si era innamorato della figlia del suo carceriere, le scrisse un'ultima lettera firmandola "dal tuo Valentino", frase che è arrivata fino ai giorni nostri.
Le vicende riguardanti San Valentino non sono molto chiare, ma intorno alla sua figura ruotano molte leggende, che hanno senz'altro uno sfondo di verità, 
e che riguardano tutte episodi d'amore.

Hella

1 commento: