giovedì 1 marzo 2012

da dove nasce il TRUCCO


La storia del make up ha origini antichissime. 
Pare sia nato nell’antico Egitto: il popolo di Cleopatra è stato tra i primi a sviluppare un ampio assortimento di prodotti cosmetici. 


Utilizzavano il Kohl, una polvere di colore scuro ottenuta dalla macinazione di mandorle, piombo e rame, minerali e ocra, che mischiate venivano applicate sugli occhi con un bastoncino per dare all’occhio il famoso sguardo a mandorla, considerato molto attraente.


 L’elemento che oggi consideriamo uno strumento di bellezza non era solo considerato un mezzo per abbellirsi, ma anche un linguaggio di comunicazione fra l’umano e il divino.  Tuttora, in India, le donne si dipingono mani e volto per rivolgersi alle divinità.

Anche ai tempi dei Romani si usava il Khol per il trucco di ciglia e sopracciglia. 
Le labbra venivano tinte di rosso utilizzando polvere di ocra, ed il volto e le braccia erano imbiancati con biacca oppure gesso.

Poi nell'Epoca Vittoriana, il trucco del viso cominciò ad essere associato a prostitute ed attrici. Le donne ricorrevano a misure estreme per apparire con una pelle diafana utilizzando ingredienti come il piombo e l’arsenico. Era utilizzato molto il riso in polvere su viso e decolleté.

Nel 1930 il trucco era utilizzato dalle donne di tutte le classi sociali.
Nascono icone come Greta Garbo e Marlene Dietrich e con loro le prime case cosmetiche. La prima che nacque? Nel 1909 fu L’Oreal di Eugene Shueller che apparse con il nome di French Harmless Hair Colouring Company.
Negli anni 50 il make up subisce una vera rivoluzione: per effetto dell’ottimismo post guerra si ha una vera e propria esplosione di colori. Sono anche gli anni in cui il cinema incomincia a sfornare modelli e icone da copiare come Audrey Hepburn con il suo elegante make up cat-eyes.

Il make up negli anni ’70 diventa ancor più esasperato. L'attenzione resta sugli occhi e nascono in questi anni le ciglia finte. (je adore!!!)

Negli anni ‘80 il trucco diventa "espressione dell'essere", è pesante, accentuato, gli occhi scuri nelle tonalità blu, verde e viola. Labbra spesso rosse.


Ad oggi il trucco si trasforma in arte vera e propria,lasciando libera l'interpretazione di ogni donna.

I colori si spingono verso un'estremo all altro,chi preferisce i look "nude" e chi predilige look "dark"o colorati.
Anche il vocabolario del make up cambia,se negli anni passati i kit da trucco si chiamavano "trousse" adesso si dice "palette",il classico "fard" diventa "blush" e il rossetto prende il nome inglese di lipstick.


In questi anni nasce anche un altro settore importante,il make up minerale. Sono prodotti che non fanno male, non contengono piombo o siliconi e permettono alla pelle di respirare di più.
Soprattutto in questo momento il trucco minerale ha un grosso successo.


Posted by Hella




Nessun commento:

Posta un commento